Notizie su Malattie Rare e Salute

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Scoperto il 'motore' dell'epilessia, da una ricerca italiana

Grazie a cellule della pelle trasformate in neuroni 

Redazione ANSA GENOVA 28 marzo 2018 17:52 

Le cellule della pelle trasformate in neuroni hanno permesso di studiare i meccanismi dell'epilessia (fonte: IIT) © ANSA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

osservatoriomalattierare.it

Malattie rare: al V Premio Omar vince la comunicazione su ricerca, terapie avanzate e qualità della vita

Autore: Redazione OMAR, 28 Marzo 2018

Cerimonia di premiazione Premio Omar 2018

   Sei premi, per un totale di circa ventimila euro, sono stati assegnati ieri a coloro che nel 2017 hanno saputo divulgare in maniera scientificamente corretta ed originale il tema delle malattie rare. L’occasione è stata la V edizione del Premio O.Ma.R. per la comunicazione sulle malattie e i tumori rari, organizzato dall’Osservatorio Malattie Rare, in partnership con il Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS, Orphanet, Fondazione Telethon e Uniamo FIMR Onlus, in occasione della Giornata Mondiale delle malattie rare. La cerimonia si è tenuta ieri a Roma nella suggestiva cornice dell’Ara Pacis ed ha visto la partecipazione di oltre 200 persone tra associazioni, ricercatori, comunicatori e rappresentanti delle aziende farmaceutiche che investono nello sviluppo di farmaci orfani.

Leggi tutto: Malattie rare: al V Premio Omar vince la comunicazione su ricerca, terapie avanzate e qualità...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rivoluzione farmaci, biologici griffati come generici

Aifa, sono intercambiabili. Farmindustria, al medico la scelta sulla cura migliore 

Redazione ANSA   27 marzo 2018 19:20

Strada aperta al risparmio per la Sanità pubblica e migliaia di pazienti © Ansa

   I medicinali biosimilari, ovvero simili ai corrispettivi farmaci biologici in commercio con brevetto, mantengono "garanzie di efficacia, sicurezza e qualità per i pazienti". Sono in pratica di fatto "intercambiabili con i corrispondenti originatori di riferimento". E' la conclusione a cui arriva l'Agenzia Italia del Farmaco (Aifa), in un documento presentato oggi, che apre la strada ad un possibile risparmio sia per la Sanità pubblica che per migliaia di pazienti per farmaci tra cui l'insulina e l'ormone della crescita.

Leggi tutto: Rivoluzione farmaci, biologici griffati come generici

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Scoperto un nuovo organo nel corpo umano

E' tra i più grandi, è legato a invecchiamento e cancro 

Redazione ANSA  Cellule del tessuto interstiziale (fonte: National Toxicologic Program) © Ansa

Rivoluzione in arrivo in anatomia, con la scoperta di un nuovo organotra i più grandi del corpo umano: si chiama interstizio e si trova diffuso in tutto l'organismo, sotto la pelle e nei tessuti che rivestono l'apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli. E' formato da cavità interconnesse piene di liquido e sostenute da fibre di collagene ed elastina. 

Agisce come un vero e proprio ammortizzatore, ma la sua presenza potrebbe spiegare anche molti fenomeni biologici come la diffusione dei tumoril'invecchiamento della pelle, le malattie infiammatorie degenerative e perfino il meccanismo d'azione dell'agopuntura. A indicarlo è lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dall'Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre. 

Leggi tutto: Scoperto un nuovo organo nel corpo umano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Mutazione Dna rende fegato immune a effetti alcol e dieta

Cala rischio fegato grasso, verso farmaco che imita effetto

Redazione ANSA ROMA  26 marzo 2018 16:46

Una mutazione genetica conferisce il 'superpotere' di non sviluppare il fegato grasso © Ansa

   Una mutazione genetica conferisce il 'superpotere' di non sviluppare il fegato grasso, una patologia sempre più diffusa che si sviluppa se si beve o mangia troppo. A scoprirlo, e descriverlo sul New England Journal of Medicine, sono stati i ricercatori dell'azienda Usa Regeneron, che ora sperano di ricavare un farmaco che imiti questo effetto.
    Con il termine fegato grasso si indica un accumulo di grasso nel tessuto epatico, che in alcuni casi porta ad infiammazione e cirrosi. I ricercatori hanno analizzato il Dna, i valori di alcune sostanze nel sangue e le cartelle elettroniche di oltre 46mila volontari, cercando legami con la malattia del fegato.

Leggi tutto: Mutazione Dna rende fegato immune a effetti alcol e dieta