Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LeScienze.it
07 novembre 2018

NICO-UNITO: Identificato un nuovo bersaglio per contrastare la SMA

Comunicato stampa - Lo studio pubblicato su "Frontiers in molecular neuroscience" di settembre

Torino, 7 novembre 2018  - L’inibizione della proteina JNK rallenta la progressione della malattia che colpisce i motoneuroni ed è la prima causa genetica di morte nell’infanzia. Lo studio, realizzato dal gruppo di ricerca guidato da Alessandro Vercelli del NICO - Università di Torino in collaborazione con Tiziana Borsello dell’Università di Milano, chiarisce uno dei meccanismi molecolari alla base della SMA e apre la strada allo sviluppo di nuove terapie.

Leggi tutto: NICO-UNITO: Identificato un nuovo bersaglio per contrastare la SMA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

adnkronos.com

Intervento al cuore senza bisturi, a Treviso il primo al mondo

 MEDICINA Pubblicato il: 07/11/2018 15:43
Intervento al cuore senza bisturi, a Treviso il primo al mondo    L'Emodinamica e la Cardiologia dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso hanno salvato la vita a una paziente di 64 anni "chiudendo un foro all'interno del cuore con una molletta adattata per il caso specifico, scongiurando così il rischio di una emorragia fatale". Il tutto senza usare il bisturi. "Nella letteratura scientifica mondiale ad oggi non ci sono casi clinici risolti in questo modo con una chiusura, eseguita tutta per via percutanea (senza chirurgia tradizionale), di uno pseudo aneurisma (una raccolta di sangue che si forma tra due strati di tessuto) post chirurgico del ventricolo sinistro del cuore di una paziente. Possiamo dire che è una prima mondiale", ha spiegato all'Adnkronos Salute Carlo Cernetti, direttore della Cardiologia del Ca' Foncello che ha eseguito l'intervento.

Leggi tutto: Intervento al cuore senza bisturi, a Treviso il primo al mondo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Trapianto di cellule nella retina ridà la vista a ratti ciechi

Nuove speranze per la cura delle malattie degenerative

Redazione ANSA 06 novembre 2018 10:35
In rosso le cellule del ratto e in verde il tessuto fetale trapiantato (fonte: Foik et al., JNeurosci, 2018) © Ansa

      Sottilissimi 'fogli' di cellule fetali trapiantati nella retina hanno restituito la vista a ratti diventati ciechi per colpa di una grave degenerazione dei recettori sensibili alla luce posti nel fondo dell'occhio: a tre mesi dall'intervento hanno dimostrato di percepire nuovamente vari aspetti degli stimoli visivi come dimensioni, orientamento e contrasto. Il risultato, che accende nuove speranze per la lotta alle malattie degenerative della retina, è pubblicato sulla rivista Journal of Neuroscience dal gruppo di ricerca coordinato da David Lyon, dell'Università della California.

Leggi tutto: Trapianto di cellule nella retina ridà la vista a ratti ciechi

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Arriva mini cerotto hi-tech che rilascia i farmaci nell'occhio senza dolore

Redazione ANSA 07 novembre 2018 12:28
Gravi malattie degenerative della vista richiedono l'introduzione del farmaco direttamente nell'occhio © Ansa

   Sviluppato un mini-cerotto oculare hi-tech che rilascia farmaci direttamente nell'occhio. Testato con successo per ora su topolini in un lavoro pubblicato sulla rivista Nature Communications, il cerotto potrebbe rivoluzionare le cure di molte malattie della vista che oggi richiedono l'uso di iniezioni intraoculari, come la maculopatia.
   Il cerotto è stato sviluppato dal gruppo di Peng Chen della Nanyang Technological University di Singapore.

Leggi tutto: Arriva mini cerotto hi-tech che rilascia i farmaci nell'occhio senza dolore

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

adnkronos.com

Super batteri, è allarme in Italia

 MEDICINA Pubblicato il: 06/11/2018 06:46
Super batteri, è allarme in Italia

   Ogni anno in Europa 33.000 persone perdono la vita a causa di infezioni provocate da batteri resistenti agli antibiotici. E un terzo di queste morti avviene proprio in Italia. Un 'peso' paragonabile a quello di influenza, tubercolosi e Hiv/Aids messi insieme. E' l'allarme lanciato da uno studio dell'European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) pubblicato su 'The Lancet Infectious Diseases', che stima l'onere di 5 diversi tipi di infezioni causate da 'super batteri killer' nell'Unione europea e nello Spazio economico europeo (per un totale di 670.000 casi), basandosi sui dati della rete di sorveglianza antimicrobica europea (Ears-Net) del 2015.

Leggi tutto: Super batteri, è allarme in Italia