Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Protesi di sterno stampato in 3D, prima volta in Italia

Intervento al Rizzoli di Bologna, la paziente sta bene

Redazione ANSA BOLOGNA 20 settembre 2018 15:09
La protesi di sterno stampato in 3D © ANSA     È la prima volta in Italia: all'Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna due terzi dello sterno e parte di sei costole di un paziente sono stati sostituiti da un impianto in lega di titanio stampato in 3D.

    L'intervento è stato eseguito lo scorso 8 maggio su una giovane di 27 anni colpita da un tumore rarissimo. La ragazza era affetta da una neoplasia a cellule giganti dello sterno: la letteratura internazionale ne riporta solo nove casi.

Leggi tutto: Protesi di sterno stampato in 3D, prima volta in Italia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

pharmastar.it

Steatosi epatica non alcolica, fase II incoraggiante per farmaco di Viking Therapeutics. Azione raddoppia di valore

Annunciati in questi giorni i dati positivi derivanti da uno studio clinico di fase II condotto in pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD) ed elevato colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL-C), trattati per 12 settimane con un farmaco sperimentale, VK2809. Le azioni della società che si sta occupando del suo sviluppo, la californiana Viking Therapeutics, hanno subito una impennata (+87%) subito dopo tale annuncio.

   Sono stati annunciati in questi giorni i dati positivi derivanti da uno studio clinico di fase II condotto in pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD) ed elevato colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL-C), trattati per 12 settimane con un farmaco sperimentale, VK2809. Le azioni della società che si sta occupando del suo sviluppo, la californiana Viking Therapeutics, hanno subito una impennata (+87%) subito dopo tale annuncio.

Leggi tutto: Steatosi epatica non alcolica, fase II incoraggiante per farmaco di Viking Therapeutics. Azione...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

popsci.it

Biosimilari: italiani poco informati

  Entro il 2020 altri 12 biosimilari faranno il loro ingresso nel mercato italiano per curare gravi patologie come tumori o malattie reumatiche, a costi più sostenibili per il Servizio Sanitario Nazionale. Ma cosa sono i farmaci biosimilari? Gli italiani non lo sanno oppure sono solo poco informati. A rivelarlo è una survey presentata al corso di formazione “Il valore dell’informazione sui farmaci biosimilari, tra innovazione e sostenibilità”, condotta da Astra Ricerche.

  Un biosimilare è un farmaco simile al suo originatore biologico. Secondo la survey su 1000 persone solo 1 intervistato su 5 (20,5%) pensa di conoscerli e la padronanza dell’argomento è spesso debole e non qualificata, con l’attribuzione di caratteristiche non corrette (per esempio che sono ‘a base di erbe’).

Leggi tutto: Biosimilari: italiani poco informati

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Salute, scoperta anomalia genetica della malattia di Huntington giovanile

20 settembre 2018,12:43
APA / SCIENCE PHOTO LIBRARY  Gene - genetica (Afp)  Salute, scoperta anomalia genetica della malattia di Huntington giovanile MALATTIA HUNTINGTON

    E' rivoluzione per la malattia di Huntington giovanile, manifestazione rara della malattia di Huntington, patologia rara a sua volta, ereditaria, neurodegenerativa, di origine genetica. Uno studio prevalentemente italiano, il primo al mondo condotto su giovani pazienti in collaborazione con istituti internazionali, scopre infatti la variante più aggressiva della malattia, con insorgenza in età infantile. Si tratta di una "anomalia" genetica che rende la proteina responsabile della malattia ancora più tossica e pericolosa per il normale sviluppo di precise aree dell'encefalo alterando la crescita normale e armonica del sistema nervoso.

Leggi tutto: Salute, scoperta anomalia genetica della malattia di Huntington giovanile

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

agi.it

Anche dalla pillola blu un aiuto per la fibrosi polmonare idiopatica

Il sildenafil associato al farmaco in uso migliora l'efficacia delle cure. Lo studio

 di  ELIANA RUGGIERO 20 settembre 2018, 07:07
Anche dalla pillola blu un aiuto per la fibrosi polmonare idiopatica

  Associare il principio attivo del Viagra, il sildenafil, a uno dei farmaci già in uso contro la Fibrosi polmonare idiopatica migliora l'efficacia delle cure. Lo ha scoperto uno studiointernazionale coordinato da esperti della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS - Università Cattolica e pubblicato sul New England Journal of Medicine.

Leggi tutto: Anche dalla pillola blu un aiuto per la fibrosi polmonare idiopatica